Italia, parla Bernardeschi: “Siamo gruppo ambizioso, sogniamo in grande”

03/06/2019

Federico Bernardeschi è uno degli uomini più attesi in vista del doppio impegno della nazionale azzurra contro Grecia e Bosnia, previste sabato 8 e martedì 11 giugno. Dopo una stagione convincente con la maglia della Juventus, per lui è arrivato il momento di confermarsi con l’Italia.

Bernardeschi: “Questa è l’Italia a cui aspiravamo da tempo”

È giusto sognare in grande e porsi degli obiettivi ambiziosi. Vogliamo andare alla fase finale del prossimo Europeo e vincere la massima competizione continentale per Nazionali. L’anno prossimo avremo un anno di esperienza in più alle spalle e dovremo arrivare pronti per giocarci al meglio Euro 2020“.

Questo è un gruppo straordinario – ha affermato con convinzione Bernardeschi – ed è amalgamato benissimo, perché combina giocatori di esperienza con giovani di grande talento. Credo si possa essere tutti d’accordo nell’affermare che questa sia la Nazionale a cui aspiravamo da tempo, perché è piena di calciatori dalle ottime capacità e soprattutto è formata da ‘uomini’. Il Ct Mancini ha lavorato egregiamente sin da subito per creare questa combinazione, lanciando e mantenendo i ragazzi più giovani nel gruppo“.

Bernardeschi e la posizione in campo: “Conta l’adattamento”

Nel calcio moderno penso che un giocatore debba sapersi adattare e poter ricoprire così più ruoli. Non importa se uno sia schierato più centrale, più avanti o più indietro: è fondamentale che ci sia corsa, qualità e atleticità nella prestazione del calciatore. Bisogna mettersi a disposizione dell’allenatore e dare il meglio per il bene della squadra; poi è ovvio che ci sarà sempre un ruolo in cui il giocatore riesca ad esprimere il proprio potenziale al meglio“.

Giocare vicino alla porta – conclude Bernardeschi – facilita senza dubbio la possibilità di realizzare più reti nell’arco di una stagione, anche perché partendo da più dietro e dovendo coprire più metri di campo accade più spesso di arrivare meno lucidi al momento della finalizzazione: su quest’ultimo punto voglio migliorarmi“.

Link Utili: Il calendario delle qualificazioni – I gironi – Il cammino dell’Italia


Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Annunci

Seguici su Twitter

RSS
Follow by Email
Facebook
Twitter